La conosco già la frase magica: content is king ovvero i contenuti sono il re! Non se ne può più di sentirlo vero?

Hai creato i tuoi contenuti, conosci il tuo pubblico di destinazione: adesso vorresti solo creare alcuni collegamenti e ottenere un po più di traffico su quella pagina, ho ragione?

Non voglio essere drastico, ma se il tuo contenuto fosse davvero una schifezza? Qualcuno lo linkerà effettivamente? Probabilmente no, e provare a costruire dei link verso di esso sarà una colossale perdita di tempo.

Dovresti solo creare contenuti che saranno di reale valore per gli utenti. Se dai un vero valore ai tuoi contenuti, il pubblico ti amerà. Non trattenerti!

Non preoccuparti di cose come “la fornitura di materiale gratuito svaluta il mio servizio?” “Cosa penserà la gente?” O “ma sono imbarazzato dall’apparire in video…”

Niente di tutto ciò importa. Maggiore è il valore che puoi fornire online, più è probabile che tu possa raggiungere un legame con il tuo pubblico e più è probabile che tornino ancora e ancora.

E se riesci a trasformare il tuo pubblico in una community di fan fedeli, essa farà miracoli per la tua azienda o il tuo marchio.

Definisci i tuoi obiettivi.

Il tuo obiettivo di marketing generale dovrebbe essere la scalata in classifica di tutto ciò che hai sulla tua ricerca organica. Se riesci a farlo, avrai un flusso costante di traffico a lungo termine diretto al tuo sito e, una volta lì, dovrai appena alzare un dito per mantenerlo.

Ma prima di poterci arrivare, ecco alcune cose che devi fare:

PERCHÈ HAI BISOGNO DEL CONTENUTO?

È per il traffico? Raggiungere qualuno? Cosa? Clienti? Aziende? A seconda della risposta, influenzerà il tipo di contenuto che dovrai creare e dove distribuirlo.

Ad esempio, se vuoi incrementare il tuo posizionamento nella ricerca organica, avrai bisogno di grandi contenuti (1000-1500 parole+) che siano molto utili e istruttivi. Ma, se preferisci costruire una community sociale e di scambio opinioni, avrai bisogno di contenuti più brevi, che saranno poi condivisi sui social media.

Definisci i tuoi obiettivi per determinare il tipo esatto di contenuti di cui hai bisogno.

CHI È LA TUA AUDIENCE?

Assicurati di aver creato il tuo contenuto per le persone giuste.

Quindi pensa a:

  • Chi sono? Cosa fanno per vivere, quanti soldi fanno?
  • Dove si trovano online? Che tipo di siti visitano?
  • Cosa significa “valore” per loro? Che tipo di punti deboli devono essere affrontati?

COSE CHIAVE DA TENERE A MENTE

Che tu sia da solo o che tu abbia un team, hai bisogno di un modo efficace e semplificato per creare contenuti. Inoltre, alcuni punti chiave da tenere a mente:

  • Narrativa: i tuoi contenuti devono essere in grado di raccontare una storia e interagire con un pubblico.
  • Esperienza: dovrai davvero dare una certa conoscenza del settore o essere disposto a fare ricerche approfondite per creare contenuti sufficientemente avanzati.

IL CONTENUTO CON CUI LE PERSONE ADRANNO A INTERAGIRE

Non tutti i contenuti saranno un successo, credetemi, anche io ne ho esperienza. Ma più contenuti fai per il tuo marchio, più imparerai cosa funziona … e cosa no.

Esistono molti modi per creare idee:

  • Che informazioni sta cercando il tuo pubblico? Fai un ricerca in internet ispirandoti a ciò che si trova nelle prime posizioni.
  • La tua azienda ha fatto qualcosa di interessante? Potrebbe essere qualsiasi cosa, dallo sviluppo di un nuovo prodotto, a un evento di beneficenza, è tutto contenuto a cui le persone potrebbero essere interessate.
  • Cosa c’è nelle notizie ultimamente? C’è qualcosa nelle notizie o qualche tendenza recente che puoi collegare alla tua attività o al tuo prodotto?

RICERCA DELLE MIGLIORI PAROLE CHIAVE

Non esagerare con la parte relativa alla ricerca delle parole chiave. Moltissime persone sono ossessionate da questa fase e trascorrono troppo tempo su di essa; in realtà non è così complicato come potresti pensare.

Scopri dove si trova il tuo pubblico, il tipo di parole/gergo che usano, argomenti che discutono, ecc. Usa questo per generare parole chiave e persino usare le parole chiave suggerite da Google per trovare più idee.

E stranamente, quando inizierai a scrivere contenuti veramente di qualità, includerai queste parole chiave senza nemmeno accorgertene, ecco perchè questa parte non sarà davvero la parte difficile!

Scegli la tipologia dei tuoi contenuti

Il formato che sceglierai per i tuoi contenuti giocherà un ruolo molto importante, e potrai comunque seguire un mix tra i seguenti:

MESSAGGI BREVI

Un esempio potrebbe essere il classico domande e risposte. Anche qualcosa di semplice come un post su di un forum potrebbe essere un metodo per condividere contenuti e indirizzare il traffico.

INFOGRAFICA

Un modo visivamente accattivante di visualizzare e sintetizzare contenuti o set di statistiche. Anche un modo semplice e veloce per visualizzare il contenuto e attribuire un link al tuo sito.

VIDEO

Ottimo modo per comunicare con il tuo pubblico al quale si affianca la necessità di utilizzare YouTube. Inoltre, la maggior parte dei tuoi concorrenti non utilizzerà i contenuti video in modo efficace. Il motivo è che è più difficile e richiede più sforzi, ma non lasciarti scoraggiare!

POST LUNGHI

Articoli di approfondimento, consigli, suggerimenti su come fare un certa cosa. Un ottimo modo per discutere di un problema complesso nel tuo settore.
Presentazione

GUIDE

Come questa! Funzionano bene in ogni tipo di settore e in qualsiasi canale. Indicizzano bene e se scritte al meglio possono convertire in moltissimo traffico.

Riproponi i tuoi contenuti

Una volta creato questo contenuto, non c’è niente che impedisca di usarlo in molti modi per sfruttarlo al meglio e diffonderne la portata. Ad esempio, se registri un video, puoi creare un PowerPoint e condividere la presentazione su LinkedIn. Ma potresti anche trascriverlo in formato scritto e creare un post sul blog. Potresti quindi riassumere tutti i punti principali e incaricare un designer per creare un’infografica.

OTTIMIZZA I TUOI CONTENUTI

L’ho detto una volta, ma lo dirò di nuovo: non devi assolutamente ignorare il tuo SEO on-page. È necessario ottimizzare il contenuto in termini di miglioramento dell’esperienza utente. Questo significa:

  • Mantenere la struttura dell’URL breve inserendo le parole chiave;
  • Rendere il contenuto facile da trovare (si dovrebbe essere in grado di trovarlo dalla home page, in meno di 4 click);
  • Scrivere titoli validi e allettanti con la parola chiave;
  • Non rendere i contenuti troppo prolissi! Dovrebbe essere facile da leggere e diviso con delle immagini quando necessario;
  • Mantenere il tono casual, le frasi corte e non scrivere come se si stesse scrivendo una tesi universitaria;
  • Non essere un robot, non aver paura di mostrare la propria personalità nei prori contenuti;
  • Ed ecco una cosa molto importante con cui voglio finire: non scrivere semplicemente cose per il gusto di farlo, non scrivere qualcosa solo per necessità, scrivere di cose che sono veramente interessanti e che servono per aiutare le persone.
16 consigli per aumentare il traffico e le visite al tuo Sito Web

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here